La Pianta di Zafferano

Lo Zafferano

Conosciuto dai più con il nome di Crocus Sativus, lo zafferano è una pianta appartenente alla famiglia delle Iridaceae utilizzata soprattutto nell'industria alimentare; si coltiva principalmente in Asia mentre nel nostro Paese le Marche, la Sardegna e l'Abruzzo risultano le maggiori produttrici.

Lo zafferano si ottiene dagli stimmi del 'croco', una pianta che ha trovato le sue origini in Persia, in Asia e in Grecia; la parola deriva dal latino 'safranum' e prima ancora da un termine arabo che significa 'giallo' proprio per il colore tipico che assume.

Si coltiva specialmente nei giardini mediterranei: in genere i bulbi sono posizionati a qualche centimetro di distanza tra loro in posizione parallela e tra Settembre e Ottobre circa vengono raccolti gli stimmi dal colore arancione che vengono usati freschi o dopo essiccazione a calce.

Il suo fiore è costituito da sei petali violetti (la parte femminile è data da ovario, stimmi e stilo mentre quella maschile da stami le cui parti finali appaiono gialle).

In media per ottenere cento grammi di zafferano sono necessari qualcosa come sedicimila stimmi essiccati su stufe a carbone; sul portale vedremo le caratteristiche dello zafferano e i suoi usi in cucina.